Coroplastica con raffigurazioni musicali nella Sicilia greca (secoli vi-iii a. C.)

TitleCoroplastica con raffigurazioni musicali nella Sicilia greca (secoli vi-iii a. C.)
Publication TypeBook
Year of Publication2009
AuthorsBellia, A
Series TitleBiblioteca di 'Sicilia antiqua' 3
Number of Pages208 pp.
PublisherFabrizio Serra editore
CityPisa; Roma
ISBN9788862271912
Abstract

'Il lavoro di Angela Bellia è un modello di ricerca interdisciplinare. La formazione e l'interesse dell'autrice provengono dalla musicologia, il materiale è strettamente archeologico. Il nucleo del lavoro è costituito da un vasto catalogo di figure in terracotta con strumenti musicali, rinvenute in Sicilia. […] Il catalogo […] è il risultato di un accurato lavoro che presenta il materiale in 376 numeri. Per ciascun esemplare sono forniti la descrizione, il luogo del ritrovamento, i dati della pubblicazione - ma molte figure risultano inedite -, la datazione, perlopiù suggerita dagli scavatori, e, dove possibile, la foto. Segue la bibliografia per ciascun sito. Il più ricco materiale proviene da Lipari, dove nella stessa area sacra sono state ritrovate circa 3700 terrecotte con raffigurazioni musicali. In Sicilia i gruppi più numerosi di figure provengono da Gela e da Agrigento. […] L'Appendice contiene i pochi testi classici che trattano di musica ricorrente in Sicilia. Rari risultano i rapporti diretti fra le testimonianze scritte e il materiale raccolto. Seguono alcuni testi riguardanti la musica dell'aulos e del tympanon nell'ambito dei culti di Demetra e Artemide fuori della Sicilia, con un rapporto evidenziato dal materiale stesso collezionato. Il commento al catalogo Tipologia, cronologia e contesti di rinvenimento, è sintetico ma denso. Emerge un dato fondamentale: la maggior parte delle terrecotte proviene da santuari, non da tombe. Sono dunque doni votivi alle divinità. Dove è stato possibile identificarli, si tratta di santuari dedicati alle divinità ctonie, Demetra e Persefone, ma in qualche caso anche ad Artemide. Frequente è il riferimento alle feste demetriache 'Tesmoforie'. La ricerca […] rappresenta un significativo ed originale apporto alla conoscenza e all'importanza della musica nelle attività rituali e cultuali e, in generale, nel comportamento religioso della vita quotidiana. Cosi la musicologia si incontra con gli aspetti storico-religiosi'. (Dalla Presentazione di Walter Burkert, Universität Zürich). [http://www.libraweb.net/result1.php?dettagliononpdf=1&chiave=2441&valore=sku&name=Bellia.jpg&h=432&w=300]

Review(s)

BMCR 2010.06.11 Marcella Pisani