La musica perduta dei Greci

TitleLa musica perduta dei Greci
Publication TypeJournal Article
Year of Publication2002
AuthorsSettis, S
JournalDioniso
Volumen.s. 1
Pagination102-107 ill.
Keywordsdocumenti musicali, storia della musica
Abstract

La tendenza porre 'la cultura greca sopra un piedistallo irraggiungibile, estirpandola dalla storia per proiettarla su un piano che si pretende 'universale'' [103] è un errore: 'forse anche la loro musica ci apparirà più interessante e ricca di spunti se non la vedremo come una proiezione all'indietro della musica europea, ma nel contesto delle pratiche musicali del Mediterraneo orientale' [105]. Certo, della musica greca abbiamo pochissimo: se i testi letterai sono il 5-10 % della produzione originale, della musica abbiamo 'molto, molto meno dell'1 per mille'; soprattutto, si è modificata proprio l'immagine generale della cultura greca, e della musica che ne era parte centrale: si tende a dimenticare che le tragedie erano drammi in musica, che i testi di Pindaro erano non accompagnati, ma 'intrisi di musica'. Eppure, 'le perdite anche dolorose, possono alla fine provocare una vitale tensione creativa' come è avvenuto con la nascita dell'opera lirica, e come avviene oggi, vivendo 'l'impulso irresistibile a interrogarci su quello che abbiamo perduto per sempre' [107].

Notes

= Introduzione. Autori Vari, Grecia. Atti del convegno Mittelfest 2001. Inaugurazione. Cividale del Friuli 20 luglio 2001, Mittelfest in coproduzione con la Scuola Normale Superiore di Pisa, Trieste 2002, 11-17

Site information

© 2007-2012 MOISA: International Society for the Study of Greek and Roman Music and Its Cultural Heritage


Site designed by Geoff Piersol and maintained by Stefan Hagel
All rights reserved.